martedì 7 febbraio 2017

Recensione: 'Assassin's Creed' di Christie Golden

Buongiorno lettori! Quest'oggi proeguiamo insieme la settimana con una nuova recensione. Si tratta del libro di 'Assassin's Creed', basato sulla sceneggiatura dall'omonimo film uscito nelle sale il 4 Gennaio di questo anno. Il fratello del mio fidanzato teneva molto a vedere questo film, ma alla fine non ci siamo riusciti, quindi penso che lo vedremo tutti e tre insieme a Pasqua, quando tornerò ad Avellino dai miei suoceri (bhe, non ufficialmente, ma almeno li identificate ahahahah). Visto che manca ancora del tempo, prima di vedere il film ho avuto la curiosità di leggere il libro per capire un po' quanto la storia c'entrasse realmente coi giochi, ma ovviamente come immaginavo c'è poca somiglianza.

Titolo: Assassin's Creed
Autore: Christie Golden
Pagine: 338
Prezzo: € 17,90
Editore: Sperling & Kupfer
Traduzione: I.Annoni, E.Cantoni, R.Salerno

TramaCallum Lynch è nel braccio della morte, condannato all’esecuzione, che sta per avere luogo. Lui pensa che sia arrivata la fine, ma non sa ancora che è solo l’inizio. Di un ritorno al passato indietro di quasi sei secoli, un viaggio spazio-tempo sulle tracce della sua memoria ancestrale, alla ricerca del suo destino. Grazie a una tecnologia rivoluzionaria, in grado di sbloccare i ricordi genetici impressi nel DNA, Cal rivivrà, nei panni dell’antenato Aguilar de Nerha, la Spagna del XV secolo, durante la Santa Inquisizione, e scoprirà di discendere da una misteriosa società segreta, gli Assassini. Lynch acquisirà nuove conoscenze e capacità impensabili, e potrà così sfidare – e possibilmente sconfiggere – i suoi acerrimi nemici: i potenti e crudeli Templari.


Recensione:

Uscendo dall'idea della storia originale (e, sopratutto, del reale aspetto dell'Animus), questo libro riporta una trama di per sé interessante. Mi è piaciuta l'idea del voler mantenere il legame con la ricerca della Mela, anche se credo che in alcuni punti la storia avrebbe meritato qualche pagina in più per spiegare determinati dettagli, come ad esempio la coalizione dei vari pazienti con Cal. Quando è avvenuta di preciso? Secondo quale meccanismo? Ci sono alcune domande che rimangono aperte nella mente del lettore. Un'altra è: precisamente cosa è accaduto nella mente del protagonista, per riuscire a diventare padrone dell'Animus?
Tralasciando questi aspetti, il libro si fa leggere molto velocemente e l'autrice ha uno stile attraente che aiuta il lettore ad ambientarsi ai repentini passaggi temporali tra il presente e il passato. La trama scorre tra gli occhi di Callum Lynch e quelli di Aguilar, due personaggi che mi sono piaciuti moltissimo. Oltre al loro, ci sono altri punti di vista che variano tra i detenuti dell'Associazione, Alan Rikkin e sua figlia Sofia. Quest'ultima è un personaggio molto particolare, che oscilla tutto il tempo tra l'odio-amore verso il padre e i Templari. E' per questo motivo che sono rimasta abbastanza sconvolta dalle sue mosse finali (leggendo capirete a cosa mi riferisco!).
Insomma, consiglio la lettura di questo libro perché la storia, sopratutto quella rivolta al passato, è veramente interessante ed ha un finale inaspettato ed aperto. Personalmente ci sono rimasta un po' male, ma se verrà fatto un seguito lo leggero senza ombra di dubbio.

16 commenti:

  1. Sono a conoscenza che esista anche un'altra saga dedicata ad Assassin's Creed (o mi sto confondendo? Mh..).
    Fatto sta che mi incuriosisce tantissimo leggere qualcosa riguardo il videogioco, e, da come ne parli, sembra abbastanza carino! Spero di recuperarlo quanto prima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esiste la saga principale! Questa qui è la trasposizione cinematografica fatta a romanzo, quindi non c'entra moltissimo!

      Elimina
  2. Il film è il vuoto cosmico.
    Poveri Fassbender e Cotillard.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo già dal trailer si capiva e onestamente mi spaventa un po' la visione.. però mio cognato (posso chiamarlo così? Tanto per intenderci xD) ci tiene molto e gli ho promesso che lo avremo visto insieme.. Quindi mi toccherà!

      Elimina
  3. Ciao Ilenia! I libri basato sulle sceneggiature mi lasciano sempre un po' indecisa... però devo dire che questo mi ispira abbastanza! Se lo trovo in bibliteca, lo leggerò senza indugi ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero curiosa sopratutto perché dovendo ancora attendere molto prima di vedere il film, volevo farmi un'idea di cosa più o meno mi sarebbe aspettato!
      Fammi sapere quando lo leggerai, mi raccomando!

      Elimina
  4. Il film mi ha lasciato O-O Il gene della violenza, Cal come l'ultimo protettore della Mela, assassini super infervorati con il credo... nope. Tutte cose che avrebbero potuto seguire le linea dei videogiochi cambiando due parole. Assurdo. E moltissime cose, come chi siano i personaggi di supporto di Cal che nel film manco parlano e rimangono senza nome. Almeno sono contenta che nel romanzo vengano approfonditi - stando a alla wiki di Assassin's Creed - e che tutto sommato questo libro non sia poi così male. Ma prima di leggere questo devo recuperare tutti gli altri romanzi ufficiali e i fumetti XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono approcciata al libro con l'idea di leggere una storia che con l'originale non c'entrasse niente, altrimenti l'avrei sbattuto fuori dalla porta di casa ahahahhah

      Elimina
  5. Non so se leggerò il libro ma sicuramente mi vedrò il film che comunque ha una trama accattivante. Però vedo che il finale mi deluderà :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è il finale che mi aspettavo, ma magari a te piacerà!

      Elimina
  6. Ciao Ilenia =), il film m'ispira un sacco, proprio oggi sono andata in libreria e tra i libri presi c'è anche questo gli darò una chance >.<,anche se ho qualche perplessità sul finale, non vorrei rimanere con un pugno di mosche fra le mani >.< !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa che invece rimarrai proprio in quel modo, sigh

      Elimina
  7. Ciao! :) Ero parecchio scettica a proposito di questo libro, ma la tua recensione mi ha rassicurato... ok, più che altro mi ha incuriosita parecchio. Il finale aperto non mi fa impazzire, di solito è una cosa che odio, ma il resto sembrava promettente, quindi ci farò un pensierino :)

    RispondiElimina
  8. So che il film non è stato un granché, per questo ancora non l'ho visto ^^" ammetto però che il libro non mi spiacerebbe leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo ho letto per farmi un'idea sul film!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)