Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

giovedì 29 giugno 2017

Blogtour: Scrittori Emergenti Uniti | Tappa #3: Ambientazioni e biografia

Buongiorno lettori! Come state? Io sono nella fase finale di studio, anche se penso che nel pomeriggio mi prenderò qualche ora per rilassarmi. Domani ho il grande esame e poi potrò finalmente dire addio all'Università per quanto riguarda questa sessione (poi ci rivedremo a Settembre). Purtroppo ho soltanto un paio di giorni di pieno relax, perché poi il 3 inizierò a lavorare tutto il giorno!
In ogni caso, ho trovato un po' di tempo per preparare la tappa di questo tour un po' particolare dedicato non ad un solo libro, ma a nove diversi libri (precisamente di genere storico, giallo, thriller e noir) di nove autori che hanno deciso di associarsi a SEU (Scrittori Emergenti Uniti). La SEU è un'associazione di autori nata nel 2015 e questo è il terzo blogtour dedicato alle opere che raccoglie. Mi fa molto piacere prendere parte a questa iniziativa! La mia tappa si occupa di mostrarvi una breve biografia degli autori e successivamente si concentrerà sui luoghi (fantastici e non) in cui sono ambientati i libri. Prima, però, vi lascio qualche informazione burocratica sul tour!

TAPPE DEL TOUR:
25 giugno: prima tappa su La tana dei libri sconosciuti (presentazione dei romanzi e delle cover)
27 giugno: seconda tappa su Toglietemi tutto ma non i miei libri (aiutanti dei protagonisti)
29 giugno: terza tappa su Libri di cristallo (breve biografia dell’autore e ambientazione delle storie)
1 luglio: quarta tappa su The Bookworms Invasion (intervista flash agli autori)
7 luglio: proclamazione dei vincitori sulla pagina del SEU (https://www.facebook.com/SEUScrittoriEmergentiUniti)
Seguite l’evento per non perdervi le tappe! (link)


REGOLE PER PARTECIPARE:
1) Condividere l’immagine del blogtour (link) taggando un amico
2) Commentare le quattro tappe sui blog partecipanti

Il 7 luglio verranno estratti a sorte TRE VINCITORI, che riceveranno in regalo uno dei tre pacchetti premio contenenti ciascuno un cartaceo più tre ebook.

PRIMO PACCHETTO
Tu che sussurri alla mia Anima (cartaceo)
Primo della serie Black Hawk Day Rewind: Fotogrammi di un omicidio (ebook)
Secondo della serie Black Hawk Day Rewind: Operazione Codice Cøngø (ebook)
Al buffone della corte delle mandorle (ebook)

SECONDO PACCHETTO
Il bambino di nessuno (cartaceo)
Come vento ribelle (ebook)
Il falco e il falcone (ebook)
Piccole storie oscure (ebook)

TERZO PACCHETTO
Pelle di parole (cartaceo)
Primo della serie Black Hawk Day Rewind: Fotogrammi di un omicidio (ebook)
Secondo della serie Black Hawk Day Rewind: Operazione Codice Cøngø (ebook)
Rebecca Town a Parigi (ebook)

"Quale tipo di ambientazione hai scelto per il romanzo? Maggiormente incentrata
sulla città, sulla natura o di altro genere? Spiega in generale dove si svolgono le
vicende."

Tina Caramanico “Piccole storie oscure”
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Tina Caramanico vive in provincia di Milano. Ha pubblicato: nel 2011 la raccolta di poesie “Guida a Milano invisibile”, Nulla Die Editrice; nel 2013 le raccolte di racconti “Le cose come stanno”, Officine Editoriali; “Oltre l’incerto limite”, Runa Editrice; “Piccole storie oscure”, 0111 Edizioni; nel 2015 la novella “In memoria”, Nero Press Edizioni e la raccolta di poesie “I poeti non servono a niente”, Ottolibri Edizioni. Altri racconti e altre poesie sono uscite in formato digitale per le case editrici Lillibook, L’Espresso-Storie Brevi, 0111 Zed Lab, in antologie collettive, su riviste e sul web. “Nell’altra stanza (tre racconti sull’altrove)” è il suo primo esperimento di autoproduzione. Sito: https://www.tinacaramanico.org/
I racconti sono ambientati in luoghi diversi: in città, in campagna, al mare. Quasi tutti (tranne un paio) si svolgono in Italia. Quasi tutti hanno come luogo centrale la casa: il posto in teoria più rassicurante è, in questi racconti come purtroppo anche nella realtà, spesso teatro di delitti o custodisce segreti spaventosi.

Chiara Cuminatto, “Al buffone della corte delle mandorle”
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Chiara Cuminatto vive con i genitori e il fratello alle porte di Firenze dove è nata nell'aprile del 1989. Laureata in Lettere Moderne e specializzata in Italianistica, Culture Letterarie Europee, Scienze linguistiche e cognitive ha cominciato ad esprimersi in composizioni poetiche fin da quando ha imparato a scrivere. Nel 2006, al Salone del Libro di Torino, riceve il premio della giuria dei critici del concorso
“Scrivere web – Webmania”, a cura del Premio Grinzane Cavour, con “Il sogno di una lucciola”.
"Al buffone della corte delle mandorle" è il suo primo romanzo.
“Al buffone della corte delle mandorle” è un romanzo ambientato in un Medio Evo senza tempo dove il presente e il passato si fondono e dove ogni capitolo narrativo si conclude con una lettera in prosa-poetica. Mentre la vicenda si svolge in un’epoca collocabile attorno al XIII in Francia, pieno Medio Evo, le lettere che la Regina scrive al buffone, e che concludono ogni capitolo, hanno una connotazione assolutamente attuale ed una collocazione geografica estremamente ampia. Il lettore si trova quindi a spaziare dal passato al presente, dalla Francia medioevale al mondo di oggi.

Cinzia Del Bigallo, Tu che sussurri alla mia Anima
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Moglie e madre di due figli, lavora come dipendente pubblica presso la Provincia di Pisa. Nasce a Rosignano Marittimo (LÌ) nel 1965, inaspettatamente, dopo sole ventiquattro settimane di gestazione. La sua volontà di sopravvivere a quella dura prova rappresenta per tutta la famiglia, un punto di riferimento, la dimostrazione di come la vita, a volte, può riservare strane e inaspettate sorprese. Sposa Massimo Fieri nel 1985 e si trasferisce a Volterra (PI) dove tuttora risiede. In seguito alla nascita dei due figli e dopo aver trovato lavoro, ha potuto, in accordo col marito, realizzare il sogno di bambina, quello di allevare cavalli. Dà così inizio all'allevamento di Quarter Horse e Quarab, e nel 2011 lo trasferisce al figlio più piccolo, Dario, titolare dell’allevamento cavalli Tre Barre. Da sempre buona lettrice, ha spesso sognato di scrivere a sua volta, ma ha accantonato, fino ad oggi, questa sua seconda passione per concentrarsi sulla famiglia. In un particolare periodo della vita, per non soccombere a un evento demoralizzante, prende il coraggio a due mani e scrive il suo primo romanzo, “Tu che sussurri alla mia Anima”, speranzosa che dalla lettura delle sue pagine scaturisca, nelle lettrici e nei lettori, un breve momento di riflessione su come ognuno di noi vuole vivere la propria vita, perché questa è un dono non richiesto, come o con chi viverla è una scelta.
Ho scelto il periodo Borbonico perché penso sia stato una pagina molto incisiva della nostra storia, con molte vicende fondamentali che hanno portato, più avanti, all’unione dell’Italia.
Sinceramente parlando quello che mi ha sempre affascinato sono i vestiti dell’epoca, stile Rossella O’Hara di “Via col Vento” o de “Il Gattopardo”.
Quel periodo dove uomo e donna erano l’uno agli antipodi dell’altra, dove non erano ammesse confidenze, se non dopo il matrimonio, dove l’onore, il dovere e il rispetto venivano prima di tutto.
Allacciare una relazione, anche solo un’amicizia, era come aver sancito un contratto d’onore che
doveva essere rispettato, pena la perdita della dignità, onta infamante che poteva portare anche alla morte. Tutto questo mia madre l’ha sempre detto e ripetuto anche a distanza di anni da quel periodo.
Nel periodo tra gli anni ‘50 e ’80 il mutamento interazionale tra uomo e donna era in pieno fervore, ma lei ci ha sempre detto che l’onore di una donna è una ricchezza che non ha prezzo.
Nel libro spero che questo concetto lo si percepisca.
Come avrete capito, in questo libro ho inserito parte della mia vita e parte della vita di mia madre, ovvero quel poco che mi raccontava quando ancora abitava in Sicilia, precisamente a Camporeale.
Quest’isola mi ha subito affascinato, nonostante l’abbia visitata una sola volta.

Le leggende e le usanze meridionali hanno un sapore antico e misterioso, forse perché la storia dell’isola è un miscuglio di etnie (arabe, spagnole, slave) che hanno contribuito a renderla unica e difficilmente dimenticabile, almeno per me.

Elide Ceragioli, Il falco e il falcone


*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Nata a Massa 'ottobre 1954, vive dalla metà degli anni ‘80 in una frazione del comune di Campi Bisenzio alle porte di Firenze. Felicemente sposata dal 1982, ha due figli: Andrea (1987) e Chiara (1989). È medico ed esercita con passione la professione di neuropsichiatra-infantile in ambito ospedaliero. Occupa il tempo libero in attività di volontariato insieme al marito con cui condivide anche la responsabilità del “Centro Diocesano di Pastorale Familiare” dell’Arcidiocesi di Firenze. Fin da ragazza coltiva la passione per la lettura e si diletta a scrivere racconti, partecipando a numerosi concorsi con buoni piazzamenti ed una dozzina di pubblicazioni.
Mettendo a frutto la ricchissima esperienza di lettrice, ma anche di donna, sposa, mamma, medico e cristiana, sa cimentarsi con generi diversi (dal racconto al romanzo storico, dal romanzo giallo al saggio) sempre con ricchezza e proprietà di linguaggio, che si adegua in modo naturale all'epoca, al contesto ed ai personaggi, in un continuo trasmettere emozioni, sensazioni ed esperienze di vita.
"La libertà delle foglie morte" è stato il suo primo romanzo (1a edizione gennaio 2011 – 2a edizione, SensoInverso Edizioni, gennaio 2015). A cui seguono: “I colori dell’albero e altri racconti”, aprile 2012 - La Riflessione Ed., “Il falco e il falcone”, ottobre 2013 - Gruppo Albatros Il Filo, “Via del Pozzo Rosso e altri racconti”, 2014 – Carmignani Editrice. SensoInverso Edizioni, settembre 2014 inizia la pubblicazione della serie di romanzi gialli con protagonista LA SQUADRA: “Non sai mai chi puoi incontrare”, “Mele marce per la squadra”, “Le tentazioni dell’ispettore Dallolio”, “Fuori della tela del ragno”. “San Galgano”, breve romanzo storico, viene pubblicato nel 2016 da Book Evolution, quale vincitore del «1° Concorso Letterario Arnanah». “Il presepe di Francesco”, racconto di Natale riccamente illustrato viene pubblicato a dicembre 2016 per devolvere i proventi ai terremotati del Centro Italia. “L’uomo che parlava alle pietre” (febbraio 2017) è un romanzo ambientato nell'età della pietra, magistralmente illustrato da Elena De Giorgi.
“IL FALCO E IL FALCONE” è un romanzo storico, quindi con riferimenti precisi a date, luoghi e personaggi reali; luoghi in cui Ruggero è veramente stato, personaggi che ha effettivamente incontrato. La vicenda di Ruggero inizia a Castel Del Monte, alla corte di Federico II, di cui suo padre è falconiere, poi si sposta a Brindisi, dove vive la sua infanzia fino all’incontro che lo fa imbarcare su una nave templare. Da quel momento il teatro delle sue azioni è l’intero bacino mediterraneo, che percorre con le sue navi: da Venezia a Cipro, da Brindisi alla Terrasanta, da San Giovanni d’Acri a Marsiglia e poi la Sicilia, Loreto, L’Aquila, Costantinopoli.

Angela Gagliano, Pelle di parole
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Siciliana, sono migrata giovanissima al nord con la mia famiglia. Scrivo da quando ho imparato a farlo. Scoprire l';alfabeto è stato come ricevere la chiave di un mondo segreto. Ho pubblicato il mio primo romanzo nel 2011. Un'esperienza allo sbaraglio, senza guida e senza obiettivi precisi. Il premio Cittadella 2012 mi è servito a dare una svolta più matura a questa passione. Ho cominciato a seguire dei corsi di scrittura e mi sono affidata a un agente letterario (Francesca Costantino), che segue il mio percorso. Sul mio cammino ci sono tre romanzi fantasy pubblicati e un racconto.
Vorrei poter essere considerata un'autrice versatile, capace di emozionare con una storia di fantasia, così come portare a riflettere su tematiche essenziali.
Sito: https://angelagagliano.wordpress.com/
Il posto in cui le famiglie si raccolgono, condividono gioie, sofferenze, orrori: la casa.

Baibin Nighthawk (& Dominick Fencer), Nessuna Regola di Ingaggio (serie Black Hawk Day Rewind)
Baibin Nighthawk è un consulente d’azienda, scrive thriller di spionaggio, romanzi di fantascienza, di azione e di avventura. È laureata in Economia Politica e si è specializzata in Arti Plastiche (Martenot Arts Plastiques, Paris).
La storia si svolge in diverse parti del pianeta: inizia in Francia ma poi transita in Svizzera, Africa, Giappone, Moldavia e Cina. L’azione si svolge prevalentemente in città tranne per alcuni capitoli “africani” e “marini”.

Francesca Prandina, Come vento ribelle
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Danzatrice, coreografa e insegnante di danza è nata a Schio (VI) il 13 agosto 1979 e vive a Vanzago (MI) con il marito Vincenzo e due figli. Diplomata al Liceo Classico F. Corradini di Thiene, consegue la Laurea in Scienze della Comunicazione presso lo IUML di Milano nel 2004 (votazione 110 e lode). Lavora come responsabile della comunicazione presso il Club Francesco Conti a Milano e nel campo degli acquisti per la società Terminale GNL Adriatico srl per alcuni anni prima di dedicarsi interamente alla sua prima passione: la danza. Nel 2009 fonda con la sua socia e amica Laura Quadrelli l’associazione Backstage Arte in Movimento per diffondere la cultura e l’insegnamento della danza nella provincia di Milano. Grande divoratrice di libri di ogni genere e interessata di storia, scrive fin da bambina per passione. “Come vento ribelle” è il suo romanzo d’esordio.
Il romanzo è lungo e la trama complessa, la protagonista si sposta più volte dal Nevada al Kansas, da Boston alla Virginia, sia in ambienti cittadini, che in spazi aperti e fortificazioni militari o campi di battaglia. La città è profondamente diversa dalle ambientazioni più militari, caratterizzate da spazi aperti e baracche, e questo influenza il modo di agire e parlare dei vari personaggi, soprattutto maschili, che popolano i diversi luoghi, anche se va sottolineato come ci si aspettasse invece che le donne si comportassero come conveniva alle signore in qualunque situazione. Questo crea una sorta di strano spaesamento nella mia protagonista, che sballottata da un luogo all’altro sembra non avere il diritto di adattarsi pienamente a nessuno di questi.

Manuela Siciliani, Rebecca Town a Parigi (serie di Rebecca Town)
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
E’ nata a Torino nel 1978. Laureata a Milano in Relazioni Pubbliche, oggi vive a Sanremo.
Mamma e moglie prima di tutto, fa l’agente di viaggi per passione e scrive per diletto.
Rebecca Town, la protagonista dei suoi romanzi, vi porterà alla scoperta di meravigliose città dove, suo malgrado, si troverà a risolvere complicati casi di omicidio. Il tutto condito da leggerezza e love story.
Ogni romanzo ha un'ambientazione diversa, è proprio questa l'originalità della serie: è itinerante.
Ogni episodio prevede atmosfere, descrizioni turistiche, culinarie e anche i personaggi che si adattano alla città protagonista della vicenda.
Ho scelto di ambientare le avventure di Becky nelle principali città turistiche per eccellenza: Parigi, Londra, Roma, Praga, New York. Le conosco molto bene, da ogni punto di vista perchè sono stata accompagnatrice turistica per dieci anni, portavo i gruppi in visita in questi luoghi meravigliosi di cui mi sono innamorata e ho voluto trasmettere il fascino di questi incantevoli posti a chi legge la serie di Rebecca Town (proprio da questo deriva il suo cognome 'città'). Mentre Becky indaga e si innamora il lettore potrà scoprire qualcosa in più su queste fantastiche città.

Rita Volponi, Il bambino di nessuno
*scorrete la sezione per leggere tutto il testo*
Laureata in Giurisprudenza, svolge l’attività lavorativa presso una Pubblica Amministrazione.
Vive a Roma, è sposata ed ha un figlio. Ha diverse passioni tra le quali spicca l’amore per gli animali, ed in particolar modo per la sua piccola pinscher Luna.
Scrive poesie, diverse delle quali sono state pubblicate nel corso degli ultimi anni, sulle Antologie “Verrà il mattino ed avrà un tuo verso”, mentre è alla prima esperienza editoriale nella Sezione dei Romanzi.
Con questo romanzo è arrivata seconda al concorso 'Gocce d'inchiostro 2013'della Viola Editrice che lo ha successivamente pubblicato.
Nel 2014 si è classificata al primo posto del medesimo concorso 'Gocce d'inchiostro 2014' con il nuovo romanzo 'Il bambino di nessuno'..
L';ambientazione è nella zona più povera e abbandonata di una qualsiasi città del mondo, in contrapposizione con l'altra faccia della città, abitata da persone apparentemente “per bene” che nascondono, però, terribili segreti.

E questo è tutto!
Scusate per il post lunghissimo, ma c'erano davvero tante cose da inserire nella tappa e non volevo tralasciarne nemmeno una!

14 commenti:

  1. Ciao un grande in bocca al lupo per l'esame.
    Interessante questo post, mi ha incuriosito molto. Quello che mi incuriosisce di più è questo: Tina Caramanico “Piccole storie oscure”

    RispondiElimina
  2. capperi, le ambientazioni delle prime due foto sono favolose! complimenti agli autori perchè tutti i libri in palio sembrano interessanti!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
  3. Wow... Adoro le ambientazioni e le foto sono bellissime,molto interessanti è una bella iniziativa, complimenti!!! 😊☺

    RispondiElimina
  4. Moto belle ed interessanti le ambientazioni...complimenti agli autori mi e venuta voglia di leggerli tutti 😁😉

    RispondiElimina
  5. Bei posti...il bello dei libri è che anche se non li conosco posso viaggiare con la fantasia e ritrovarmi li

    RispondiElimina
  6. Senza parole...veramente superbo!!!!

    RispondiElimina
  7. Caspita che ambientazioni!!!
    Bellissime

    RispondiElimina
  8. È sempre un piacere conoscere gli autori che ci regalano emozioni attraverso le loro storie. Complimenti a tutti

    RispondiElimina
  9. Ciao! Davvero molto curiose le ambientazioni!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)