Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 30 giugno 2017

Recensione: 'Francesca' di Manuela Raffa

Buongiorno lettori! Mentre sono all'università per fare l'esame incriminato, penso un po' anche a voi e spero che leggerete con piacere la recensione che ho scritto ieri sera, presa dalla passione, subito dopo aver finito questo libro che mi ha straziata e sorpresa. Fatemi sapere cosa ne pensate e se lo leggerete, io ve lo consiglio molto e per il momento lo considero una delle migliori letture di questo anno!

Titolo: Francesca
Autore: Manuela Raffa
Pagine: 355
Prezzo: € 18,50
Editore: Piemme

TramaFrancesca da Polenta è una donna fuori dal comune. Lettrice appassionata, dotata di forte intuito anche per argomenti solitamente maschili, fin da giovanissima viene citata dai menestrelli di corte come una delle fanciulle più belle della penisola. Per suo padre Guido, è l'unica donna che valga quanto un uomo, l'unica in grado di tener testa ai suoi discorsi, l'unica il cui destino gli stia a cuore. Ma un uomo di potere sa che il bene del casato vale più dei propri sentimenti. Per questo, quando Giovanni Malatesta gli chiede la sua mano, Guido non riesce a negargliela. È così che, a sedici anni, Francesca da Polenta cede il posto a Francesca da Rimini. Mai avrebbe pensato a un matrimonio senza amore, con un uomo brutto e privo di cultura, ma, contrariamente alle aspettative del padre, accetta la decisione senza ribellarsi. Una vita lontana dal mondo cavalleresco che ama, questo è ciò che si aspetta da quell'unione. Fino al giorno in cui conosce Paolo, il fratello di suo marito. Paolo non solo è affascinante, ma è curioso, colto, pieno di premure e di considerazione per le sue idee. È l'uomo che avrebbe voluto accanto. È l'uomo che amerà, per tutta la vita. E a causa del quale perderà quella stessa vita. La storia di Paolo e Francesca, relegati nell'Inferno dantesco tra i lussuriosi, ha riempito la bocca degli innamorati nel corso dei secoli. Ma delle due persone nascoste dietro alla fama immortale, si è sempre saputo poco.

Recensione:

Quando ho iniziato questo libro ero estremamente curiosa, perché ho un debole per le storie in cui si narra di personaggi che conosco, attenendosi ai fatti storici, ma creandoci sopra una storia personale del personaggio totalmente inventata e personalizzata. Questa storia di Francesca mi ha davvero rapita, al punto che ho provato con lei ogni singola emozione, lasciandomi trasportare e soffrendo con lei ogni secondo. 
Questo libro fa male, è un libro straziante, ma allo stesso tempo riempie il cuore. Non ci si può staccare dalle pagine, non si può respirare per tutto il corso della storia e anche se -ovviamente- si sa già come finirà la passione tra Paolo e Francesca, non si può non provare una speranza, una scintilla nel cuore.
L'autrice ha narrato la storia in modo impeccabile, alternandola tra passato e presente (dove il presente è ambientato nel 1300 dal punto di vista di Giovanni) con uno stile semplice, ma allo stesso tempo forte e pieno di calore e passione. Ho letto il libro in pochissimo tempo e provavo davvero dispiacere nei momenti in cui dovevo staccarmi per forza dalle pagine.
Attraverso 'Francesca', inoltre, si impara anche qualcosa su quali erano gli usi del tempo. Si capisce come la politica fosse alla base di tutto, insieme al potere e non si può non storcere il naso all'immagine della donna utilizzata solo come immagine o come partoriente. In Francesca c'è un sentimento di rivalsa, che è condiviso da Paolo.
Nonostante, come ben sappiate, io non approvi l'idea del tradimento, Manuela Raffa è riuscita a creare una situazione in cui non si può non tifare per i due innamorati, anche se allo stesso tempo non si riesce a non provare pena per l'ottuso, ma innamorato Giovanni e rabbia per Malatestino.
Vi consiglio molto questa lettura, perché ha tantissime emozioni da donarvi e, nonostante il finale famoso e conosciuto, l'autrice ha anche saputo donare un tocco di novità con le ultime due pagine, in cui appare un personaggio (non posso dirvi chi!) davvero interessante a far cadere un sorriso sulle labbra. Non lo dico spesso, ma mi sono innamorata di questo romanzo, davvero.


2 commenti:

  1. Sono davvero contenta che questo libro ti sia piaciuto così tanto perché mi ispirava veramente tanto e ora credo proprio che lo metterò dritto dritto in wish list!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un libro davvero meraviglioso, sono certa che non te ne pentirai se lo leggerai!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)