Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

lunedì 16 ottobre 2017

Recensione: 'Your name.' di Makoto Shinkai

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Oggi vi lascio una recensione un po' titubante, in cui vi parlo di un libro che mi ha lasciato con tante perplessità, ma anche con una sensazione strana addosso. 
Volevo leggere 'Your name.' dalla prima volta che ho sentito parlare del film e, ad oggi, vi dico che sono speranzosa di trovare qualcosa di più nella trasposizione cinematografica. Suona strano detto da me, ma per questa volta voglio provare ad indirizzare le mie speranze nel film, anche perché, come sostiene Makoto Shinkai stesso, questa storia non rende al 100% sotto forma di romanzo.

Titolo: Your name.
Autore: Makoto Shinkai
Pagine: 184
Prezzo: € 14,00
Editore: J-POP
Traduzione: Salvatore Corallo

TramaMitsuha, una ragazza di provincia, e Taki, giovane di Tokyo, sconosciuti entrambi delusi dalle loro quotidianità, si ritrovano un giorno a vivere in sogno una la vita dell'altro. Lasciandosi dei messaggi per il "risveglio" inizieranno a comunicare e a conoscersi, cercando di capire la loro strana relazione e il legame che li unisce e si rafforza notte dopo notte, sogno dopo sogno, mentre incombe il passaggio di una misteriosa cometa... Una storia per tutti a cui è impossibile rimanere indifferenti, capace su carta come sullo schermo di danzare sul filo del reale, del sogno e del soprannaturale e di farci entrare nelle vite dei suoi protagonisti.

Recensione:

Sono perplessa, davvero. Scrivere questa recensione mi crea qualche difficoltà perché io avevo delle aspettative altissime per quanto riguarda questa storia e in questo momento mi sento delusa. Non ho ancora capito se questa delusione sia nata dalla storia in sé o se sia nata dal modo in cui è scritta.
La trama mi piace, in realtà l'idea mi è sembrata molto emozionante e ci sono delle scene che mi hanno dato i brividi, sopratutto nella parte finale. Il resto, però, mi è risultato strano, mi ha lasciata quasi indifferente.
Mi sono subito accorta di non riuscire ad entrare in sintonia con lo stile dell'autore e dall'inizio alla fine ho letto il libro come se non riuscissi ad immedesimarmi troppo nei due protagonisti, azione che solitamente non mi risulta troppo difficile.
La storia di Taki e Mitsuha mi è piaciuta molto, ci sono state delle parti che mi hanno toccato profondamente, ma credo che nonostante di per sé l'dea alla base del libro non mi sia dispiaciuta, questo non riuscire a familiarizzare con la scrittura confusionaria (quasi come se l'autore avesse voluto rendere le stesse atmosfere particolareggiate di un manga attraverso frasi che in un romanzo stonano un po' messe una dietro l'altra ed interrompono la narrazione) non mi abbia permesso di godere appieno dell'atmosfera di soprannaturalità e spiritualità che 'Your name.' mi ha sempre ispirato.
I due protagonisti sono dei ragazzi sui quali non c'è molto da dire, se non che la loro esperienza li porta a vivere delle situazioni dall'alto tasso emotivo (almeno per loro). Sono stata fino alla fine col cuore in mano, sperando che i ragazzi scoprissero cosa si nascondesse dietro al loro scambi di vita attraverso i sogni e si ritrovassero ricordandosi l'uno dell'altro.
Il finale mi è piaciuto e non credo che questo romanzo non valga la pena di essere letto, ma nonostante tutto, c'è qualcosa che mi trattiene dal premiarlo. Per la prima volta in vita mia, nel momento in cui lo ho chiuso, ho pensato: 'Voglio vedere il film, con la speranza che mi doni quelle emozioni che tanto mi aspettavo di trovare in questa storia' e questo mi ha lasciata con uno strano senso di vuoto.

18 commenti:

  1. Ho sentito parlare tantissimo del film, ma non ho ancora avuto modo di vederlo ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio assolutamente vederlo, ma conto di farlo assieme al mio fidanzato, quindi non prima di Dicembre x.x

      Elimina
  2. è davvero strano per un lettore voler vedere un film tratto da un libro, ma capisco questa tua sensazione! Ilenia poi però voglio saperlo se il fil è riuscito là dove non è arrivato il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati, ci sono rimasta malissimo io per prima, anche perché come ben sai ho una forte repulsione per i film!

      Elimina
  3. Ciao, sono una nuova follower (e una tua compaesana!). Io ho un rapporto molto particolare con Your name., nel senso che l'ho amato follemente, e mi sento di dover spezzare una lancia in suo favore. Secondo me per apprezzarlo veramente (il libro) si deve avere un'infarinatura di cultura giapponese, un'idea di quel misticismo che si ritrova spesso nei romanzi orientali, perchè altrimenti rischia di essere un semplice librettino sullo scambio di corpi tra due ragazzi. Se ci fosse stata qualche nota di spiegazione a fine libro non sarebbe stato male, ecco.
    La versione cinematografica è senza dubbio più bella, con un'animazione spettacolare e una colonna sonora fantastica! E per dirlo anche l'autore del romanzo che la storia raccontata rende di più come film d'animazione... E poi, sempre secondo me, è molto più apprezzabile del libro se si è proprio "profani" di cultura orientale. Ti consiglio proprio di guardarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, benvenuta nel mio blog!
      Credo tu abbia ragione sul fatto della cultura giapponese. Io ne so qualcosa, ma non sono ferratissima, quindi forse mi sono persa una parte del significato di questo romanzo.
      Per il resto, come ho detto anche io nella prima parte del post, ho assolutamente intenzione di vedere il film proprio per il fatto che l'autore stesso ha dichiarato che il romanzo non è in grado di rendere ciò che l'animazione trasmette allo spettatore. Non vedo l'ora di guardare il film e poi mi piacerebbe anche parlarne qui nel blog quando lo avrò fatto! <3

      Elimina
  4. Ciao Ilenia! Ho nominato il tuo blog per il Blogger Recognition Award! Se vuoi, ti aspetto QUI. :)

    RispondiElimina
  5. Mi spiace che non ti abbia convinto.
    Se dovessi trovare il libro (scontatissimo) forse ci farei un pensierino, ma per il momento credo che darò un'occhiata al film :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo ho preso approfittando di una giftcard Amazon! xD

      Elimina
  6. Io e il Marito lo abbiamo preso tempo fa grazie ai punti accumulati sulla tessera della libreria, quindi lo leggerò sicuramente... non so proprio cosa aspettarmi!

    RispondiElimina
  7. Penso che lo leggerò prima di vedere il film! Così se sarà una delusione potrò consolarmi con quello!

    RispondiElimina
  8. Mi spiace che il libro non ti abbia convinto del tutto, mi ispira parecchio e spero comunque di riuscire a leggerlo (mentre non so se guarderò il film, aspetterò e vedrò se mi sento ispirata!), ma magari abbasserò un po' le aspettative.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora fammi sapere se ti piacerà, mi raccomando!

      Elimina

Grazie per essere passato/a! Ti va di farmi sapere la tua opinione? Risponderò al più presto! :)