Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

mercoledì 26 luglio 2017

Breathtaking cover #Giugno+Luglio

Buongiorno lettori! Per oggi ho deciso di preparare una nuova puntata di questa rubrica, fondendo le pochissime letture che ho concluso nei mesi di Giugno e Luglio. Sono stati due mesi molto impegnativi per me, in cui ho avuto tantissimi impegni, quindi non sono riuscita a leggere molto.


La cover mozzafiato del mese, tra queste, secondo me è...
 Bhe, diciamo che questa volta la partita è vinta in partenza, perché tra tutte le cover ce ne è soltanto una che mi piace tantissimo: quella de 'L'Oscuro Segreto'. Si tratta di una copertina davvero mozzafiato, anche se in realtà attraverso uno schermo non rende molto. Dal vivo è estremamente più colorata, i colori sono vivi e sembrano quasi uscire dal libro. Il soggetto mi piace moltissimo ed ogni volta adoro lo stile con cui viene scritto il titolo e dove viene posizionato.
Insomma, le copertine di questa serie mi piacciono un sacco e tra Giugno e Luglio non ho trovato altri libri che potessero competere con il vincitore!

Qual é, secondo voi, la cover mozzafiato del mese?

lunedì 24 luglio 2017

Fallsofarc books party | Giorno #1: intervista all'autrice

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Oggi vi presento il primo dei post che ho programmato per questa mesata di assenza.
In questo periodo vedrete parecchi post di questo tipo, perché ho avuto la fortuna di intervistare diversi autori. E' una cosa che mi rende molto felice e spero tanto che anche voi sarete contenti ed interessati!
Nel post di oggi vi parlo un po' di Chiara Venturelli, autrice di  'Lezioni di seduzione' ed 'Onde di velluto', editi entrambi Centauria Edizioni. L'autrice ha deciso di organizzare questo evento in cui non soltanto vi permetterà di conoscere meglio lei e le sue opere, ma vi darà anche la possibilità di provare a vincere una copia cartacea di entrambi i libri sopra citati.
Qui di seguito, vi lascio l'intervista e successivamente potete trovare il form da compilare per partecipare al giveaway che si terrà da oggi al 30 Luglio!

Ciao Chiara e benvenuta nel mio blog! Sono molto felice di ospitare qui da me una tappa del tuo evento e, soprattutto, di poterti intervistare! 
Per prima cosa, voglio farti la classica domanda che apre ogni mia intervista: quando e come è nata in te la passione per la scrittura?
Grazie mille a te per avermi ospitata! Ho amato scrivere fin dai temi delle scuole elementari ma, al di fuori dell’ambito scolastico, ho scritto solo racconti, diari e lettere per anni. Solo quando ho scoperto efp, nel 2009, ho iniziato a completare storie, capitolo dopo capitolo.

C'è qualche autore che ha ispirato la tua penna?
Non saprei, ho sempre letto tantissimo quindi devo aver interiorizzato centinaia di stili diversi, fino a far nascere il mio, che comunque è in continuo sviluppo e miglioramento.

Se non sbaglio, prima di pubblicare con Centauria Libri scrivevi le tue storie su EFP. Come è stato abbandonare la piattaforma per entrare nel mondo intenso dell'editoria?Un salto nel vuoto, è successo tutto in fretta e mi sono resa veramente conto dei cambiamenti solo alla seconda pubblicazione.

Passando da un mondo all'altro, credi di aver cambiato in qualche modo il tuo modo di vedere la scrittura?
Tantissimo. Come prima cosa, ora non sono più abituata alla scrittura in progress, come quando pubblicavo a capitoli ma torno indietro e modifico di continuo i capitoli precedenti, perché penso alla struttura del romanzo nel suo complesso e cerco di evitare ripetizioni di scene simili o cali di climax nella narrazione.

Con 'Lezioni di seduzione' hai avuto il tuo primo grande successo, come è stato vedersi in libreria e ritrovarsi in mezzo a così tanti lettori affezionati?Un’emozione indescrivibile. Fin da quando ho visto la bozza di copertina con il mio nome e cognome sopra, non più il nickname, è cambiato tutto. I miei due mondi, reale e virtuale, si sono intersecati e tutti hanno scoperto che scrivevo da anni. Non ero più attiva sul sito ormai da tempo, ma tantissime ragazze mi hanno cercata in libreria e supportata, sono stata immensamente fortunata.
In attesa della tua nuova opera, senti di essere più legata a 'Lezioni di seduzione' oppure 'Onde di velluto'?
A entrambe per motivi diversi. Sono legata ai personaggi di Lezioni di seduzione perché, tra scritture e riscritture, li conosco dal 2010 e ormai è come se esistessero davvero. Onde di velluto, invece, è il mio primo inedito, nato fin da subito come romanzo, quindi lo ricorderò sempre con emozione e orgoglio.

Ci sono dei personaggi di entrambi i libri ai quali sei strettamente legata? Se sì, perché?I personaggi maschili, i miei dispensatori, come li chiamo da sempre. Non soltanto i principali, perché sono particolarmente affezionata a Rick di Lezioni di seduzione e vorrei scrivere qualcosa su di lui. Così come su Luca di Onde di velluto, amico della protagonista.
Al contrario, ce ne sono alcuni ai quali non sei riuscita ad affezionarti?
In realtà no, anche i personaggi che nascono come ostacoli alla storia d’amore hanno sempre un loro perché e sono funzionali alla narrazione. Nascono tutti da me, quindi non posso non ricordarli tutti con affetto.
Prima di salutarci, vorrei chiederti di lasciarci con una citazione a tuo piacere tratta da uno dei tuoi libri.
Da “Onde di velluto”, tratto dall’ultimo podcast di Alex: 

"Il mio ultimo messaggio è per tutti voi che avete viaggiato con me in questi anni.

Guardatevi allo specchio e affrontate le vostre paure, apritevi al mondo. Non siete soli finché ancora amate, finché ancora siete capaci di sognare."

----

E questa era l'intervista, che spero vi sia piaciuta! Ora vi lascio il form da compilare per il giveaway e vi auguro un buon proseguimento all'interno di questo corposo tour!

sabato 22 luglio 2017

Si riparte! Brevissimo post e tanti saluti ❤

Buongiorno lettori miei e buon sabato! Oggi occupo un piccolissimo spazio qui nel blog per annunciarvi che finalmente è arrivato il giorno che più attendevo in questo mese 😍 Domani parto per andare ad Avellino, dove mi aspetta la famiglia del mio fidanzato e, ovviamente, Gennaro che arriverà in paese proprio oggi.
Con questo piccolissimo post voglio augurarvi una buona estate e voglio soltanto dirvi che ovviamente negli ultimi giorni ho usato ogni secondo del mio (poco) tempo libero per programmare post da pubblicare nel blog in questo periodo di vacanza. Sono arrivata ad un numero bello consistente, quindi sono fiera del lavoro che ho svolto.
Ora vi lascio, devo finire di fare la valigia! 

Un bacio enorme a tutti e mi raccomando,
aspettatemi e continuate a seguire il blog!
💛💛💛

giovedì 20 luglio 2017

Recensione: 'Love Generation. Generazione d'amore' di Noelle Olsen

Buongiorno lettori! La partenza si fa sempre più vicina e sto iniziando a decidere quali libri portarmi dietro per poter leggere durante il viaggio. Dovrei leggere per l'università 'Orgoglio e pregiudizio', ma sono troppo curiosa di leggere 'Morga. La maga del vento', quindi penso che opterò per quest'ultimo. Il libro per l'università me lo porterò di scorta, anche se a parte durante il viaggio, non leggerò quasi mai durante il mio soggiorno giù.
Comunque, oggi sono qui per condividere con voi il mio parere su questo libro che è arrivato a casa mia appena prima che cominciassi a lavorare. Ci ho messo un po' a finirlo a causa delle giornate lavorative, ma finalmente eccomi qui per parlarvene!

Titolo: Love Generation. Generazione d'amore
Autore: Noelle Olsen
Pagine: 273
Prezzo: € 18,00
Editore: Youcanprint

TramaAnno 2006. Arianna Lombardi, diciottenne studentessa dell’ultimo anno di liceo, vive una vita quasi perfetta: famiglia benestante, feste in yacht, amici a volontà.
Arianna, però, custodisce un segreto. O meglio: custodisce una persona dentro di se’ di cui è segretamente innamorata.
Lui, Tommy Ferrari, il classico belloccio popolare e altezzoso. S’incontrano spesso, tra feste e ore scolastiche, come se una forza misteriosa voglia sempre intervenire sui loro destini.
Tutto sembra andare a gonfie vele nella vita di Arianna, quando una notizia sconvolgente si abbatte su di lei come un fulmine a ciel sereno, in quella calda giornata di Agosto, cambiando per sempre la sua vita. Un evento capace di inaugurare una catastrofe silenziosa, sistematica. Tutto quel castello di sogni, speranze, illusioni giovanili, rimpiazzato giorno dopo giorno da una realtà tortuosa, fatta di preoccupazioni e responsabilità.
Una notizia che cela dietro di se’ una verità molto più agghiacciante. Arianna si troverà ad affrontare, come tanti altri suoi coetanei, il lungo
percorso in cui vede il suo mondo innocente, la sua ‘‘generazione d’amore’’ trasformarsi in un mondo crudo e colpevole.
Il cammino dall'adolescenza all'età adulta.



Recensione:

La prima cosa che mi viene da dire su questo libro, è che si tratta di una lettura allo stesso tempo strana e sorprendente. E' strana perché lo stile di narrazione dell'autrice è piuttosto colloquiale, al punto che in alcuni momenti sembra quasi che Noelle Olsen si dimentichi di star scrivendo una storia e di non starla raccontando a voce a qualcuno. Questo aspetto del libro mi ha abbastanza stranita, sopratutto nella parte iniziale e in quella finale.
Il libro è sorprendente, invece, perché narra di un periodo preciso nel quale abbiamo tutti vissuto. Ritornare al 2006 è stato strano, imbarazzante, ma anche sorprendente. E' stato affascinante ricordare la mia vita di undici anni fa e paragonarla a quella di Arianna e delle sue amiche. E' stato anche assolutamente fantastico scoprire la presenza di una band italiana molto amata in casa mia: i Finley. Questa cosa mi ha sorpresa e sconvolta, quasi quanto la scena dei mondiali di calcio, che mi ha riportato alla mente ricordi stupendi e ben precisi di quella emozionante sera.
Dopo avervi parlato delle emozioni contrastanti e ben precise che 'Love Generation' ha suscitato in me, vorrei passare a discutere un po' dei personaggi e della trama in sé. I primi sono dei ragazzi piuttosto semplici, con nulla di particolare ed è proprio questo che li rende speciali: il fatto che siano uguali a tantissime altre persone e che descrivano la quotidianità di una generazione che personalmente non ho mai conosciuto. 
Arianna è una ragazza strana. In alcuni passaggi è simpatica e imprevedibile, in altri è la tipica ragazza viziata che vorrebbe che ogni cosa andasse come lei desidera. E' una di quelle protagoniste che dall'inizio alla fine si ama e si odia, così come anche le sue amichette e sua sorella. Accanto a loro ci sono moltissimi personaggi, ma in risalto io metterei Tommy, per il quale ho tifato tutto il tempo.
La trama è semplice e scorre abbastanza velocemente, anche grazie ad alcuni sbalzi temporali ideati dall'autrice. In alcuni aspetti è un po' ripetitiva, però è piacevole. Il finale è diverso da come me lo aspettavo ed ha un tono cupo, ma anche liberatorio.