martedì 24 gennaio 2017

Consigli in famiglia #7 'Julie&Julia' e 'La ragazza con l'orecchino di perla'

Buongiorno lettori! Questo martedì non ho una nuova recensione pronta da mostrarvi, quindi ho pensato di fare con qualche giorno di anticipo questa rubrica di consigli! Oggi mia sorella e mia madre vi parlano di due libri che anche io leggerò sicuramente in futuro, ma che non ho ancora trovato la voglia di affrontare. Voi li avete già letti?
ps.: non dimenticate di dare un'occhiata al post di ieri, aspetto i vostri consigli e le vostre idee per qualche nuovo tag intrigante!

E' una rubrica a cadenza mensile ideata da me in cui, ad ogni puntata, vi presento un libro consigliato da mia madre e uno da mia sorella

Mia sorella consiglia...
Titolo: Julie & Julia
Autore: Julie Powell
Pagine: 337
Prezzo: € 9,90
Editore: BUR
- Trama -

Lo consiglia perché: nonostante all'inizio sembrasse un libro lento, successivamente la ha presa e sopratutto nella seconda parte le è piaciuta molto la storia. Inoltre, ho adorato l'idea della cucina e delle ricette. [Voto: 3/5]

Mia madre consiglia...
Titolo: La ragazza con l'orecchino di perla
Autore: Tracy Chevalier
Pagine: 254
Prezzo: € 9,90
Editore: Neri Pozza
- Trama -

Lo consiglia perché: era da molto che voleva leggerlo e, nonostante all'inizio ci sia voluto un po' per entrare nella storia, successivamente non è più riuscita a staccarsi dalle pagine. E' un libro intrigante e dal finale sorprendente. [Voto: 4/5]

Conoscevate questi libri?

lunedì 23 gennaio 2017

AAA... Cercasi nuovi tag da fare nel blog!

Buoooongiorno lettori! Oggi vi lascio un post breve, breve, breve perché voglio chiedervi un aiutino! Come sapete amo tantissimo i tag librosi, ma negli ultimi mesi ne sto facendo sempre di meno perché non riesco più a trovarne in giro di carini ed innovativi! Ormai ho fatto un centinaio di tag qui nel blog, di ogni genere, quindi sta diventando davvero difficile per me trovarne altri da fare!
E qui entrate in campo voi! Avevo già lanciato l'appello nella pagina Facebook del blog, ma non essendo seguita tanto quanto qui, ho deciso di chiedere la stessa cosa anche con un piccolo post qui nel blog! Se avete fatto qualche tag nei vostri blog, vi va di lasciarmi il link qui sotto? Magari aggiungete il titolo del tag, perché mi ricordo tutti quelli che ho fatto e così non sarò costretta ad aprire ogni singolo link per vedere di cosa si tratta. Potete lasciare tutti quelli che volete! Insomma, via allo spam, ma solo taggoso u.u
Da domani riprenderò con le solite attività del blog! :D

sabato 21 gennaio 2017

Diario di una Blogger #15 - Proposte!

E' una rubrica settimanale nella quale un sabato mi farete delle domande su qualche curiosità che avete nei miei confronti e il sabato successivo risponderò alla domanda più frequente; e così via. A questo link trovate tutti gli argomenti a cui ho risposto.

Buongiorno lettori! Oggi un'altra settimana sta finendo e questo vuol dire che un altro esame è sempre più vicino *faccia sconvolta
Cosa avete in piano per questo sabato? Io vi lascio velocemente questo post e poi corro a studiare, perché stasera ho degli amici a cena e quindi nel pomeriggio dovrò preparare un po' di cose! Nel frattempo, aspetto le vostre domande con tantissima curiosità! Cosa vorreste sapere questa volta?

Ecco le domande a cui ho già risposto:
*scorrete la sezione per leggerle tutte*

Fatevi avanti, vi aspetto!

venerdì 20 gennaio 2017

Recensione:' Il Serpente di Fuoco' di Sara Bosi e Massimiliano Prandini

Buongiorno lettori miei, come state? Io sono un po' stanca perché stanotte sono stata sveglia fino a tardi per finire di leggere questo libro e per mettere insieme questa recensione, in modo da potervela presentare questa mattina! Nell'ultimo periodo durante il giorno non faccio altro che studiare, quindi ho capito che devo proprio sfruttare quelle rare sere in cui non crollo dal sonno eheh 
Oggi vi parlo di un libro scritto a quattro mani, una lettura piacevole che non vedo l'ora di presentarvi! Devo dire, però, che le scritte sulle pagine sono davvero piccolissime, ci ho messo un sacco ad abituarmi!

Titolo: Il Serpente di Fuoco
Autore Sara Bosi e Massimiliano Prandini
Pagine: 167
Prezzo: € 12,00
Editore: Delos Books

TramaSolo un antico rito può salvare Città del Sole. Sono necessari un sacrificio e un assassino: il sangue del primo farà sgorgare l'acqua e la punizione del secondo terrà in vita la sorgente per i prossimi mille anni. Ma per resistere ai tormenti che lo attendono, l'assassino deve essere vestito con la pelle del Serpente di Fuoco, un animale mitico che nessuno a memoria d'uomo ha mai visto. Amber ha quindici anni e non è mai uscita dal palazzo cisterna che fornisce acqua alla città, il suo compito è curare il Giardino dell'Ombra, un orto officinale attraverso cui il Re, suo padre, cura le malattie del popolo. Dammar è un esploratore, passa la maggior parte del tempo a verificare i confini del deserto per sincerarsi che nulla disturbi l'isolamento del Popolo del Sole e coltiva in segreto un'amicizia che va contro le leggi della sua gente. Amber e Dammar non si conoscono, ma il disseccarsi della sorgente li condanna a essere sacrificio e assassino, un destino a cui pare impossibile sfuggire. Ma se nessuno ha mai visto il Serpente di Fuoco, sarà davvero necessario completare il rito per salvare Città del Sole?

Recensione:

Era ormai un po' di tempo che non mi dedicavo a questo tipo di fantasy, che ritorna un po' alle origini, con gli antichi splendori di popoli umani vincolati a rigide regole di vita e a lugubri profezie. E' proprio attorno a una profezia che si svolge la storia ed è stato interessante vederla disegnata attraverso due occhi opposti: l'occhio che crede (quello di Dammar) e quello che cerca di smentire (Amber), anche se forse soltanto per salvarsi la pelle. 
Questi due personaggi sono uno totalmente l'antipodo dell'altro e, se da un lato si cerca di comprendere gli ideali di Amber, dall'altro non si può non capire la sete di vendetta di Dammar. Si tratta di due umani totalmente diversi, anche se legati da un destino che li vincolerà per sempre. Se ve lo state chiedendo no, non si tratta di una storia d'amore ed è anche questo che rende speciale questo libro: l'assenza di una storia d'amore tra i protagonisti. L'unico tipo di amore che viene espresso nelle pagine di questo volume, è quello familiare tra padre e figlio/figlia e moglie e marito. Devo ammettere di aver davvero apprezzato questa scelta, che spesso passa in secondo piano.
Anche gli altri personaggi hanno un ruolo decisamente importante nella storia e in particolare mi sono rimasti impressi Uncaria, che ho lentamente imparato a disprezzare ed Herkimer che, al contrario, alla fine mi ha fatto quasi un po' pena con il suo essere legato morbosamente alla profezia.
La narrazione è scorrevole, ma devo ammettere di averci messo un po' ad abituarmi allo stile e, sopratutto, all'inizio non ho subito apprezzato l'utilizzo del tempo presente durante i capitoli dedicati al vagare nel deserto, poi però ho capito che si tratta di un mezzo efficace per dividere i fatti passati da quelli presenti ed ho imparato ad apprezzare questa particolare scelta stilistica.
Vi consiglio molto la lettura di questo libro se siete alla ricerca di una storia nuova che, per quanto breve, è davvero intensa. Inoltre, cosa non da poco, non è così semplice trovare un fantasy auto conclusivo di questi tempi!