Chi sono?

Mi chiamo Ilenia e sono una ragazza umbra estremamente curiosa, amante degli animali, della natura, delle scienze, del cibo e dei libri. Amo leggerli, viverli e respirarli, ma anche elaborarli attraverso libri creativi come i colouring books. Non ho un genere preferito ed ho sempre pensato che cercare di abbracciare la lettura nel suo insieme sia un enorme pregio. Ammetto, però, di avere qualche difficoltà con alcuni generi, come gli erotici, gli storici e i gialli (che leggo più raramente rispetto agli altri). In questo blog letterario scrivo della mia passione librosa, con grandissime soddisfazioni. Ho una relazione (molto) a distanza con un ragazzo di nome Gennaro, una figlia pelosa di nome Luna che rimarrà per sempre nel mio cuore - e che mi manca da morire da quando non c'è più- e frequento un'università che detesto (molto). Ho la sfortuna nel sangue, ma cerco di sorridere alla vita!

venerdì 12 gennaio 2018

Friendz: un'app semplice con cui poter prendere libri (e non solo) gratis!


Buongiorno lettori! Oggi scrivo un post un po' inusuale, nel quale vi parlo di un'applicazione grazie a cui nel 2017 ho potuto acquistare nove libri... senza spendere un centesimo!
Vi starete chiedendo come sia possibile o se sia veramente reale e la mia risposta è: !
Quando mi sono iscritta a Friendz ormai più di un anno fa, anche io inizialmente ero titubante, poi però questa applicazione è diventata l'unica retribuita a cui io sia mai riuscita a dare fiducia. E' l'unica che non ho disinstallato dopo tre giorni e che continuo ancora oggi ad usare con costanza e tranquillità.


La bellezza di Friendz è che consiste in pochissimi e semplicissimi passaggi divertenti e che stimolano la propria creatività. Ciò che si deve fare è scattare delle foto seguendo delle direttive date dagli amministratori (ogni foto è chiamata campagna) e poi pubblicarle su Facebook o Instagram, a seconda di come richiesto. Sì, lo so, sembra troppo semplice, eppure... è realmente tutto qui!
Praticamente, si riscuotono crediti ad ogni foto inviata (tot crediti a seconda della difficoltà) ed essi vengono accumulati per poter poi riscuotere diversi premi (tra cui Feltrinelli ed Amazon, io prendo sempre il buono Amazon da €45,00 e poi ci compro i libri).
Non ci sono obblighi di partecipazione, potete fare le campagne che volete quando volete. Le uniche regole per poter continuare a far parte della community sono: non rubare le foto degli altri, scattare foto originale e, ovviamente, non essere offensivi!


Quelli che vedete nelle foto sopra e sotto questa scritta, sono i libri che ho acquistato nel corso del 2017 grazie ai crediti guadagnati con questa applicazione. In totale credo di aver speso cinque euro (ma solo perché avevo superato il totale del carrello che era compreso nel buono Amazon).
Ormai Friendz per me è diventato come una sorta di libraio di fiducia. Grazie ai buoni che riscuoto acquisto libri che volevo da molto tempo e, sopratutto, gli ultimi volumi di serie che possiedo da tantissimo in casa, ma che non ho mai concluso.


Friendz è disponibile sia come web-app per PC (lo trovate qui) che come applicazione per cellulare (lo trovate negli store Android o Apple). In entrambi i casi è completamente gratuito e se volete iniziare questa avventura con dei crediti aggiuntivi sarò ben lieta di lasciarvi il mio codice amico, che dovrà essere inserito al momento dell'iscrizione e porterà vantaggi sia a me che a voi! Se volete il codice, inviatemi una mail a questo indirizzo: caldaremail@gmail.com oppure scrivetemi un messaggio privato su Facebook o Instagram.
Il semplice motivo per cui non scrivo il codice in questo post è che, nel caso in cui il codice venga inserito e chi lo ha messo non partecipa ad una campagna entro una settimana, allora io perderò dei crediti. Cosa che, ovviamente, non voglio. Per questo motivo vi chiedo di scrivermi solo se siete interessati o se volete anche qualche chiarimento in più!
Ah, se ve lo state chiedendo: no, Friendz non mi ha pagata per fargli pubblicità. Onestamente non sa nemmeno che ho scritto questo post. Probabilmente dopo condividerò il post sulla loro pagina, così che magari possano vederlo!

lunedì 8 gennaio 2018

Seri(e)ously? Tutte le serie che ho concluso nel 2017!

Okay, non picchiatemi per l'orribile gioco di parole. Quando ho notato quante saghe avevo concluso quando ho deciso di aprire questa rubrica mi sono chiesta: 'Seriamente?'. E da qui è nato questo simpatico logo.

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! Non uccidetemi (sopratutto tu, Jessica) per l'utilizzo di questo banner, ma quando mi sono accorta di non aver fatto creare a Jessica il banner nuovo per questa rubrica era ormai troppo tardi ed il post doveva andare online... spero di riuscire a rimediare per il prossimo anno, ma nel frattempo beccatevi questo qui che, lo so, è praticamente un pugno in un occhio nella nuova grafica *sospiri rassegnati e intristiti
Oltre questa bellissima figura di *coffcoff* del cavolo, per cominciare subito al meglio questo 2018, passiamo al succo del post! Quest'anno ho concluso solo tre serie, però sono stata brava perché ho evitato di iniziarne cinquecentomila come l'anno scorso ahahahah


✓- 'I diari delle streghe' di Lisa Jane Smith.
Questa è la prima delle saghe concluse nel 2017 e la ho veramente ODIATA. Ho comprato questo volumone contenente tutta la serie parecchi anni fa, attratta dalla copertina all'interno di un supermerca ed ho atteso molto prima di leggerlo. E' composta da quattro libri e penso sia una delle peggiori serie che io abbia mai letto e non ho la minima intenzione di iniziare la saga successiva a questa. Ho praticamente detestato tutto, dalla protagonista alle incoerenze della trama. 
'I diari delle streghe' è composta da 'L'iniziazione''La prigioniera''La fuga', 'Il Potere';
- Anno in cui ho iniziato a leggerla: 2017;
- Recensioni unica: qui

✓- 'The Dark Hunt' di Julia Sienna.
Questa è una trilogia che ho conosciuto grazie ad un comunicato stampa della casa editrice. Questa trilogia, oltre ad essere un ottimo esempio ben riuscito di fantasy epico, mi ha permesso di conoscere l'autrice e diventare sua amica. Tutti e tre i libri mi sono piaciuti molti, anche se avendoli letti a molta distanza uno dagli altri ho fatto sempre un po' di fatica a rientrare nella storia dopo il periodo di pausa prima della pubblicazione del seguito. 
Si tratta di una serie che consiglio sia per la sua trama che perché è una di quelle che dopo aver impiegato tanto tempo a leggerla, dispiace davvero chiudere l'ultimo volume.
'The Dark Hunt' è composta da 'I Predatori Oscuri''I Cacciatori di Ombre''Il Tempio degli Abissi';
- Anno in cui ho iniziato a leggerla: 2016;
- Recensioni ai volumi: 1* | 2* | 3*.


✓- 'La Principessa degli Elfi' di Licia Oliviero.
Ed eccomi pronta a presentarvi l'ultima serie che ho concluso quest'anno (ho impiegato quattro anni a concluderla perché il secondo ed il terzo volume prima non erano disponibili in versione cartacea)! Si tratta di un'altra trilogia fantasy, in questo caso autopubblicata, della quale sono venuta a conoscenza grazie all'autrice stessa che un giorno mi ha contattata e mi ha chiesto se volessi leggere la sua storia. 
Devo dire che Licia è una ragazza davvero brava e, se nel primo volume la storia è impregnata di uno stile piuttosto infantile, negli altri due si vede tutta una nuova maturità che ha permesso alla serie di essere apprezzata da molti e, sopratutto, da me!
'La Principessa degli Elfi' è composta da 'La Principessa degli Elfi''La Rivolta''La Maledizione';
- Anno in cui ho iniziato a leggerla: 2014;
- Recensioni ai volumi: 1* | 2* | 3*.

Voi quante serie avete concluso nel corso del 2016?
Avete letto qualcuna di quelle che ho finito io?

giovedì 4 gennaio 2018

Propositi letterari per il 2018

Buongiorno lettori! Quest'anno ho deciso di fare una cosa che non faccio mai: una lista di buoni propositi che cercherò di seguire durante il corso dell'anno. Essenzialmente, io ogni anno mi prometto di fare delle cose senza dirle a qualcuno o scriverle da nessuna parte, poi puntualmente non arrivo nemmeno a metà. Per questo motivo per il 2018 ho deciso di creare un post qui nel blog, almeno per quanto riguarda quelli che sono i propositi letterari o legati al blog stesso.
Prima di passare alla lista, ci tengo a dire che ho perso questa immagine su internet e non ho la più pallida idea di chi la abbia fatta, ma se voi lo sapete non esitate a dirmelo e taggerò il/la diretto/a interessato/a!


1. Accettare meno richieste di lettura da parte degli autori.
Questa è abbastanza lampante. L'anno scorso mi ero già fatta questa promessa e l'ho mantenuta fino a circa Maggio 2017, poi mi sono persa per strada. Il motivo principale del perché ho specificato solo le richieste da parte degli autori è perché ultimamente sto collaborando di meno con le case editrici e non ricevo più tantissimi libri come all'inizio (sia per mia scelta che non), quindi quando mi capita occasione di poter leggere un libro inviatomi in omaggio non rifiuto (se il volume mi interessa, ovviamente). Agli autori, invece, non riesco mai e poi mai a dire di no. A volte abbandono totalmente le mie letture per dedicarmi ai loro libri. Spesso accumulo miriadi di volumi, alcuni corti ed altri lunghissimi, che mi portano via tantissimo tempo. Cosa veramente poco gentile verso me stessa, visto che l'altra metà del tempo devo passarla a leggere libri obbligatori per gli esami dell'università. Insomma, non ho intenzione di interrompere del tutto le recensioni su richiesta, ma quest'anno voglio provare ad essere più selettiva.

2. Leggere più libri che ho comprato da molto tempo.
Negli ultimi anni mi sono accorta di leggere quasi sempre libri che ho comprato o ricevuto da poco. E' vero che 'il nuovo incuriosisce', però ho così tanti libri che ho acquistato da tantissimo tempo e che attendono di essere letti che ogni volta me ne dispiaccio. Quest'anno ho intenzione di dedicarmi sopratutto a volumi presi/ricevuti nei mesi ed anni passati.

3. Completare almeno tre serie.
E' risaputo che ho un debole per gli auto-conclusivi, però quest'anno devo riuscire a concludere minimo tre serie perché ne ho tantissime in libreria che attendono solo di essere lette. Molte di queste le ho acquistate integralmente e sono lì che mi guardano e mi dicono 'non hai nemmeno la scusa del non avere tutti i volumi a disposizione, quindi perché non ci leggi?!'. Ebbene, ho deciso che quest'anno dovrò concludere minimo tre serie tra quelle che già possiedo in libreria.

4. Leggere l'ultimo libro di 'Percy Jackson'.
Questa è una cosa che mi farà tanto male, perché sono anni che rimando la lettura dell'ultimo volume di questa serie. Semplicemente non ho mai voluto concluderla perché so che farlo mi spezzerebbe il cuore. Così, però, non saprò mai come andrà a finire e quest'anno devo decidermi. Devo prendere forza e finire questa serie (che poi tra l'altro mi aiuterebbe anche ad avanzare nel punto 3 della lista).

5. Fare almeno un project 10 books.
Per chi non lo sapesse, un project 10 books è una sfida personale nella quale si inseriscono dieci volumi. Nel momento in cui si comincia la sfida non si possono fare acquisti fino ad aver finito i libri scelti. Ho deciso di farne almeno uno quest'anno non tanto perché non riesco a limitarmi negli acquisti (nel 2017 sono stata abbastanza brava in questo), ma perché voglio smaltire alcuni libri che attendono da parecchio e voglio inserirli in questa sfida. Inoltre, come ho detto sopra, ho così tanti libri da leggere che devo davvero prendermi un piccolo momento di pausa dagli acquisti.

6. Fare più letture a tema nei periodi dell'anno adeguati.
Mi prendo sempre in giro da sola per questa cosa: io leggo tutto fuori tema. Le letture natalizie le faccio a primavera o in estate, mentre le letture di Halloween le faccio a Natale. 
La cosa che mi fa tristezza è che ogni anno scelgo dei libri che vorrei leggere in questi periodi precisi, poi però non li leggo perché non ho tempo. E i motivi sono due: ho cinquantottomila esami da fare (che includono non solo libri da studiare, ma anche libri da leggere) ed ho sempre ottocento libri da leggere su richiesta (quindi do a loro la priorità). Quest'anno ho intenzione di riscattarmi e devo farcela.

7. Creare più iniziative innovative e coinvolgenti nel blog.
Con la '50e50 Reading Challenge' ho già dato il via a qualcosa di nuovo che non avevo mai fatto qui nel blog e quest'anno ho intenzione di fare più attività. Con questo non intendo dire che farò più giveaway: io non sopporto quei blog che vivono solo perché fanno regali e la gente si iscrive in questo modo nei loro angoli. Vorrei creare cosine interattive alle quale far partecipare i miei lettori (e i nuovi, se ce ne saranno!) per rendere il blog più interessante. Magari facendo delle settimane a tema di tanto in tanto. Ci penserò, per il momento non ho nulla di preciso in mente!

8. Visitare e commentare più spesso i blog dei miei colleghi.
Il 2017 è stato un anno molto difficile per me. Si è trattato di un periodo che mi sono portata dietro dal 2016 ed ha continuato ad influenzarmi per tutto l'anno successivo. Questo 2018 non so come andrà,  ma comunque sarà ho voglia di riprendere in mano la mia attività non solo di blogger, ma anche di visitatrice. Voglio, quindi, tornare più spesso nei blog che mi piacciono e far vedere ai miei colleghi che ci sono. Non soltanto leggendo i loro post (cosa che faccio sempre), ma anche commentandoli (perché diciamoci la verità, sono i commenti a fare la differenza per capire il gradimento di un post).

Questi sono gli otto propositi letterari principali che ho deciso di segnare e condividere con voi. Ovviamente ce ne sono altri, ma ho selezionato quelli che mi sembravano più importanti.
Spero di riuscire a mantenerli,
farò tutto il possibile.
Voi avete qualche proposito per il 2018?

lunedì 1 gennaio 2018

50e50 Reading Challenge | Gennaio

Buongiorno e buon nuovo anno carissimi lettori e sopratutto buongiorno a voi, partecipanti della 50e50 Reading Challenge! Come vi avevo detto nel post iniziale, che trovate qui, oggi inizia la sfida più semplice che ci sia, ma non prima di aver scoperto insieme la categoria speciale da 15 punti di Gennaio!

Ebbene si, la categoria speciale di questo mese era facilmente indovinabile e ovviamente è collegata al giorno della memoria. Potete scegliere qualsiasi libro che parli di argomenti collegati alla Seconda Guerra Mondiale ed alla deportazione degli ebrei nei campi di concentramento. 
Potete scegliere di leggere un libro il cui protagonista faccia parte integrante della storia o semplicemente la narri anche attraverso fonti (come lettere, cimeli o altro). Vi ricordo che, come per ogni categoria, non valgono i racconti (ma valgono le raccolte di racconti).
Il requisito fondamentale da rispettare per la categoria 'un libro per la giornata della memoria' è:

Il libro deve permettere anche a chi non lo ha letto di capire quale collegamento ha con il tema scelto (il tema deve essere citato nel titolo, nella copertina o nella trama).

Qui di seguito vi ricordo i punteggi ed il regolamento della challenge, inoltre vi lascio in link al post iniziale, dove potrete tornare ogni volta per chiarire qualche dubbio o per iscrivervi alla sfida!

Regole base della challenge:
 - Non valgono le riletture;
- Ogni libro letto vale per una sola sfida;
- I libri devono essere letti in italiano (tranne nelle sfide in cui è richiesta la lettura in lingua);
- Non valgono fumetti/graphic novel e simili (a meno che non sia specificato nella sfida);
- Per tutte le sfide valgono sia il formato ebook che quello cartaceo;
- Se nel corso della sfida cambiate il nome con cui seguite il blog avvisatemi, perché userò quel nome nella classifica dei punteggi;
- Le iscrizioni sono sempre aperte (tutti possono iniziare a giocare in qualsiasi momento, ma non potranno recuperare le sfide speciali dei mesi precedenti all'iscrizione).

I punteggi:
+ 5 punti per ogni sfida semplice completata in qualsiasi momento dell'anno;
+ 10 punti per ogni sfida difficile completata in qualsiasi momento dell'anno;
+ 15 punti per ogni sfida speciale completata entro il mese in cui è stata proposta.

Regole per poter partecipare, premi e funzionamento della sfida: qui.

Ci rileggiamo il primo di Febbraio per raccogliere le prime recensioni e lanciare la seconda categoria speciale!
Buone letture!